Community Spotlight - Neato

marzo 29, 2021      

NeatoPicEdit.jpg

Se ti stessi chiedendo qual è il miglior consiglio che un creatore di contenuti di Rocket League solitamente dà a un aspirante streamer, la risposta sarebbe pressoché unanime: "Fallo". Ed eccoti accontentato: fare delle partite di ca-r-lcio una professione è così semplice che ti basterà impugnare il controller e premere il pulsante per la diretta. Sarebbe bello... Eppure, potrebbe proprio essere l'idea giusta per tramutare un sogno in una carriera reale. La strategia di iniziare senza troppe pretese, sostenuta solo dalla rete di amici e famigliari, è proprio quella che Neato, streamer di Rocket League, ha seguito per avviare il suo canale di Twitch.  

Puoi seguire regolarmente Neato su Twitch partecipando alle sue dirette di Rocket League e di altri giochi popolari. Sul suo canale, promuove la stessa filosofia che porta avanti nella vita di tutti giorni: trasmettere energia positiva. L'idea su come spianarsi la strada su Twitch e all'interno della community di Rocket League non è scaturita dal giorno alla notte, così come diventare una creatrice di contenuti a tempo pieno per Spacestation Gaming. Tutto è nato da una passione genuina per i videogiochi e da un pizzico di indecisione su quello che avrebbe voluto dalla sua vita professionale. 

Neato, o semplicemente Camila per gli amici e la famiglia, è cresciuta nella periferia di Chicago. La venticinquenne scoprì la passione per la musica già in tenera età suonando il clarinetto basso, ed era convinta che quella sarebbe stata la sua strada. 

"La banda scolastica era la mia vita", racconta Neato. "Credevo che avrei insegnato musica e, per questo motivo, ho iniziato a studiare per quello. Poi mi sono ritrovata a cambiare improvvisamente idea. Non ero più sicura di cosa volevo fare. A quel punto, lasciai la scuola per cercare di capire cosa fosse realmente più adatto a me."

Frequentò il Carthage College in Wisconsin dove studiò educazione musicale, ma il continuo studiare e il poco tempo dedicato a suonare ed esibirsi la portarono a perdere ogni interesse per la banda. Neato non voleva che la sua ricerca di sé la portasse a detestare il suo primo amore, così cambiò il piano di studi incentrandolo prima sull'inglese e poi sull'informatica. Dopo un paio di anni vissuti nell'incertezza su dove il college l'avrebbe portata, Neato decise di abbandonare gli studi e concentrarsi sul lavoro fintanto che non fosse riscoccata la scintilla di una passione. 

Si può dire che, in un certo senso, Neato scoprì la sua carriera al college perché fu proprio lì che conobbe Rocket League. Semplicemente, non sapeva che era la direzione che avrebbe seguito. 

"Ho iniziato a giocare a Rocket League durante il mio primo anno al college. Tornavo a casa dalle lezioni e i miei amici si ritrovavano a giocare a questo nuovo gioco, Rocket League. Non ne avevo mai sentito parlare. Lo provai e mi piacque subito. Ricordo che trascorrevo ore nel garage prima di iniziare a giocare davvero", racconta ridendo. 

Neato era interessata al gioco, ma non aveva i mezzi per giocare. L'unico computer che poteva usare per giocare a Rocket League era di un amico, ma anziché tormentarlo ogni volta, iniziò a risparmiare per averne uno tutto suo. 

A quel tempo, Neato lavorava come capoturno da Starbucks dopo le lezioni e metteva da parte qualche soldo per il suo nuovo PC. Dopo essersi procurata una scheda grafica usata, comprò i pezzi rimanenti per assemblare un computer perfettamente funzionante e giocare a Rocket League quando voleva. Da quel momento, Neato si tuffò a capofitto nella community, guardando dirette e giocando regolarmente. Questa sua nuova passione la condusse anche a un grande passo nella sua vita personale. Conobbe il suo fidanzato, Kevin, giocando proprio a Rocket League. Quella che era iniziata come una semplice partita culminò in una chiamata su Discord. Fu così che si conobbero di persona e si innamorarono. Dopo alcuni mesi, Neato decise di compiere un altro grande passo e andò a convivere in Michigan con Kevin. Non era trascorso molto tempo dal suo trasferimento quando decise di provare lei stessa a fare streaming. 

"Kevin mi appoggiò fin da subito, mi disse: 'Fallo.'", ricorda Neato. "Avevo bisogno di staccare un po' dal lavoro perché il nuovo ambiente era stressante. Senza Kevin e soprattutto, ci tengo a sottolinearlo, senza il suo supporto non avrei mai iniziato a fare streaming. Mi diceva che dovevo concentrarmi su di me e che mi avrebbe aiutata se all'inizio non fossi riuscita a pagare le bollette. Sono stata davvero molto fortunata."

Neato2Edit.jpg

Ma Neato sapeva che i suoi streaming non potevano limitarsi a partite di Rocket League per scalare le classifiche. Doveva definire uno stile tutto suo all'interno della community. 

"Dopo che iniziai a dedicarmici a tempo pieno e a prenderlo più seriamente, ho avuto periodi di alti e bassi, e in uno di quei momenti di negatività ho dovuto concentrarmi per capire quale fosse il mio obiettivo con Rocket League", dice Neato. "Non sono una professionista. Non ho particolari doti da freestyler. Quindi, in qualche modo, dovevo trovare il mio posto nella community. Iniziai cercando di sostenere le persone nel loro modo di affrontare il gioco, li aiutavo a divertirsi. All'inizio non lo trovavo molto soddisfacente e dovetti fare un passo indietro. Non era ciò che faceva per me. Non era il motivo per cui giocavo. A me interessa solo divertirmi, dopotutto. Questo pensiero mi ha aiutato molto nel mantenere la giusta direzione nei miei streaming: migliorarmi e portare energia positiva."

Ora che sono trascorsi due anni da quando ha iniziato a dedicarsi allo streaming a tempo pieno, Neato continua le sue dirette sotto la bandiera di Spacestation Gaming (SSG), in qualità di creatrice di contenuti per l'organizzazione. Ma le dirette non sono tutto. Ha anche un podcast, SSG Scuffed Cast, che presenta ogni settimana insieme a Widow, un'altra creatrice di contenuti, e in cui discutono dei temi della community di Rocket League e di tutto ciò che ruota attorno al mondo dello streaming. Da quando ha firmato questo contratto Neato ammette che il lavoro ha portato nella sua vita una "ventata d'aria fresca".

"SSG è sempre di grande supporto. Ogni volta che mi viene un'idea, ne parlo con loro e mi aiutano a realizzarla", spiega. "Mi sostengono con le statistiche di YouTube e danno consigli su come crescere su altre piattaforme. Sono molto incentrati sul supporto. Mi è stato di grande aiuto anche a livello personale. Voglio fare la cosa giusta per l'organizzazione, lavorare sodo e ottenere buoni risultati."

[[pull_quote_2]]

Nonostante il suo grande amore per lo streaming e il canale in continua crescita nella community di Rocket League, Neato sente ogni tanto il bisogno di prendersi una pausa. È lei stessa la prima ad ammettere che lunghe maratone di streaming, come le sfide dei 365 giorni consecutivi, non fanno al caso suo. Di tanto in tanto, cerca di staccare la spina e di ricaricarsi. 

"È indispensabile staccare la spina", spiega Neato. "Ho sempre mille idee per la testa. Cerco di mettere la stessa energia che uso per le dirette in qualcosa di diverso. L'ultima volta che mi sono presa una pausa, ho caricato alcuni video sul mio canale YouTube. Cose molto informali. Non comparivo nemmeno nelle riprese. Giocavo semplicemente ad alcuni giochi in modo molto naturale. Sono riuscita a contribuire alla creazione di contenuti senza sentire la pressione della diretta."

Quando non è impegnata con uno streaming, le piace giocare con Kevin e disegnare. Ha raccontato di aver persino provato a rimettere mano al suo clarinetto basso per suonare le colonne sonore di alcuni giochi. 

Il consiglio di Neato per chiunque voglia avventurarsi nello streaming è lo stesso che ricevette lei stessa: "Fallo".

"Se hai intenzione di fare qualcosa, mettici il 100%. Ammetto che mi sono state offerte molte opportunità, ma è possibile crearsele da soli un po' alla volta. Non lasciarti influenzare da ciò che pensano gli altri. Se credi di avere le carte giuste, allora significa che le hai. Te lo dico io, che sono un'eterna insicura. Ci sono alcuni momenti un po' particolari in cui devo ripetermi: 'Ce la puoi fare'. Quindi tutto è possibile. Se ce l'ho fatta io, chiunque può farcela."

Puoi guardare gli streaming di Neato sul suo canale Twitch e ascoltare SSG Scuffed Cast qui.